Mafia e operazioni immobiliari Condannati, assolti e prescritti


PALERMO – Condanne, assoluzioni e prescrizioni: cadendo l’aggravante di mafia l’impianto ha accusatorio ha retto solo in parte.

Il processo che si è chiuso davanti al giudice per l’udienza preliminare Fabio Pilato è una costola dell’inchiesta che, nel 2016, portò in carcere Marcello Marcatajo, civilista e docente universitario, deceduto per una malattia poco dopo aver ottenuto gli arresti domiciliari.

Per quasi 13 anni, così hanno ricostruito i finanzieri del Nucleo speciale di polizia valutaria, e con la complicità di diversi familiari tra cui compagna e figli, Marcatajo avrebbe curato gli interessi del clan mafiosi Graziano e e Galatolo dell’Acquasanta.

Accuse confermate al pubblico ministero Amelia Luise dall’ex boss Vito Galatolo che ha scelto di collaborare. In …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Mafia e operazioni immobiliari Condannati, assolti e prescritti


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer