Ha ucciso il cognato Revocati i domiciliari


AGRIGENTO – Il gip del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha revocato gli arresti domiciliari a Raimondo Burgio, 36 anni, di Palma di Montechiaro (Ag), fermato dai militari dell’arma il primo novembre dell’anno scorso con l’accusa di avere ucciso – a colpi di pistola – il cognato Ignazio Scopelliti, 45 anni. L’assassino confessò davanti al Gip di avere sparato al cognato, un omicidio maturato sullo sfondo di violenti alterchi familiari. In considerazione del fatto che i termini di custodia cautelare sono scaduti e il pm Emiliana Busto, titolare dell’inchiesta, non ha ancora concluso le rilevazioni preliminari, è stata sostituita la misura cautelare con l’obbligo di dimora a Palma di Montechiaro e l’obbligo di firma quotidiano.

(ANSA).

Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Ha ucciso il cognato Revocati i domiciliari


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer