Belle Arti, convenzione tra l’accademia di Agrigento e Hong Kong

9
Belle Arti, convenzione tra l’accademia di Agrigento e Hong Kong
Belle Arti, convenzione tra l’accademia di Agrigento e Hong Kong

È stata siglata, nei giorni scorsi, una convenzione fra l’Accademia delle Belle Arti di Agrigento diretta dal prof. Alfredo Prado e la Young Arts Academy di Hong Kong, per l’organizzazione di corsi di alta formazione e perfezionamento concordando anche tempi e modalità per un nuovo accesso di studenti provenienti dalla Cina ai corsi ordinari dell’Accademia.

Frutto dell’impegno assiduo di Beniamino Biondi, responsabile dei rapporti internazionali per conto della stessa Accademia, che ha procurato il contatto con una delle più ricche e vivaci istituzioni culturali della Cina, l’intesa ha soddisfatto reciprocamente le parti in un dialogo proficuo di contenuti e di progetti.

Per la Yourg Arts Academy è stato presente il Prorettore Meng Chong, in visita per la prima volta ad Agrigento, cui il Direttore Alfredo Prado ha fatto visitare i locali dell’Accademia osservando lo svolgimento delle attività didattiche, con particolare interesse sui temi del restauro e del management delle arti. Dopo una visita in centro storico e alla Valle dei Templi, il prorettore Meng Chong ha svolto alcuni altri incontri istituzionali al fine di intensificare i rapporti fra la Cina e Agrigento anche attraverso nuovi strumenti di collaborazione e di scambio.

Insieme ad Alfredo Prado e a Meng Chong, per la firma della convenzione, presenti anche Beniamino Biondi, il vice direttore dell’Accademia Rosa Maria Corbo, i prof. Danylo Tkanko e Nicola Miceli, collaboratori dell’università cinese.

L’accordo fra le due istituzioni universitarie, che si inserisce robustamente nel solco del più recente impegno dell’Accademia delle Belle Arti in favore della internazionalizzazione dei suoi percorsi di studi, costituisce uno dei più significativi traguardi non soltanto per la connessione culturale fra realtà tanto distanti e diversificate, ma anche per le opportunità che si profilano a vantaggio dell’intero territorio agrigentino con felici conseguenze sia sotto il profilo economico che turistico, offrendo una immagine della città quale luogo di sede privilegiata sui temi dell’alta formazione e del perfezionamento post universitario.