Anas, la ‘nuova tangentopoli’ Collaborano altri due funzionari


CATANIA – La strada della ‘collaborazione’ ha portato Riccardo Contino e Giuseppe Panzica, i due funzionari Anas beccati con i soldi delle mazzette in tasca, agli arresti domiciliari. Sono stati gli stessi pm, dopo un lungo interrogatorio, a chiedere al Gip Giancarlo Cascino la misura cautelare meno afflittiva della detenzione in carcere per i due indagati. Una strada già percorsa da Giuseppe Romano, l’altro funzionario Anas che ha deciso di parlare con la magistratura immediatamente dopo il blitz della Guardia di Finanza ‘Buche d’oro’. L’ingegnere, infatti, è finito ai domiciliari dopo l’udienza di convalida. Non è scattato l’arresto invece per l’imprenditore nisseno (che è comunque indagato) perché non c’era la flagranza di reato.

La bomba però sta per scoppiare. L’operazione del mese scorso è …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Anas, la ‘nuova tangentopoli’ Collaborano altri due funzionari


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer