Agrigento, disabile segregato in catene: gip dispone il carcere per gli zii

Il gip del tribunale di Agrigento, Luisa Turco, ha convalidato l’arresto ed ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per gli zii del 33enne disabile che veniva tenuto legato, con una catena, al letto. I due sono stati arrestati sabato pomeriggio dai militari dell’arma della stazione di Naro (Ag). Stamani davanti al gip, la coppia – che è indagata per maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona – aveva ammesso i fatti. I coniugi si erano detti “dispiaciuti e scossi” per l’accaduto e, dopo essersi scusati, avevano provato a giustificarsi dicendo che non volevano che il ragazzo scappasse. Per il Gip i familiari “hanno agito con insensibilità e crudeltà nei confronti di un giovane disabile, mostrando di essere privi del più elementare senso di pietà nei suoi confronti”. L’inchiesta che ha portato all’arresto è stata coordinata direttamente dal procuratore capo Luigi Patronaggio e dal Pm Gloria Andreoli.
“Sussiste …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Agrigento, disabile segregato in catene: gip dispone il carcere per gli zii


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer