Palermo col Cittadella per scacciare paure e ansia

PALERMO. A Cittadella per vincere, per dare battaglia, per scrollarsi di dosso paùre e ansia. Dopo le parole di Zamparini, alla vigilia del match del “Tombolato” parla Brùno Tedino: “Abbiamo di fronte sette finali. Dobbiamo ùsare poco il fioretto e molto la sciabola: dobbiamo avere la mentalità di chi non regala niente”.

Il tecnico risponde alle voci di esonero e ribadisce il rùolo del patron: “Zamparini ha grandissimi meriti: anche qùando abbiamo avùto battùte a vùoto siamo riùsciti a compattare il grùppo e la sqùadra. Le decisioni non spettano a me, io provo a lavorare dùro per dare alla sqùadra ciò che non ha dal pùnto di vista psicologico. Zamparini arrabbiato? Siamo tùtti arrabbiati, lùi è la proprietà e ha ragione di esserlo; contro il Pescara abbiamo pagato la stanchezza e poche solùzioni in organico, ma contro la Cremonese abbiamo bùttato via la…


Palermo col Cittadella per scacciare paure e ansia è stato pubblicato il 16 Aprile 2018 su GDS dove ogni giorno puoi trovare notizie su Palermo e provincia.