Categorie
notizie

Dati sul coronavirus falsati, dubbi sui motivi del crimine: Razza non risponde ai magistrati

Dati sul coronavirus falsati, dubbi sui motivi del crimine: Razza non risponde ai magistrati

Ruggero Razza L’indagine sui dati relativi al Coronavirus falsati in Sicilia è solo all’inizio, dopo i 3 arresti di alcuni giorni fa e l’indagine sull’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, poi dimessosi. Venivano alterati i numeri relativi a tamponi, positivi, ricoveri e decessi in maniera tale da tenerli in un range che evitasse per la Sicilia la zona rossa e misure più restrittive. Ma c’è altro da capire secondo gli inquirenti: perchè? Cosa c’è davvero dietro all’alterazione dei dati?”Il reato di falso è funzionale di solito ad altro. Dobbiamo capire perchè. Apparentemente, l’unico motivo che ci siamo dati, atteso che la massima autorità politica regionale, cioè il presidente Musumeci, aveva invocato a più riprese la zona rossa, è che si volesse dare l’apparenza di una macchina sanitaria efficiente finché così non era. O non lo era così come la si voleva fare apparire”. A dirlo il vice procuratore di Trapani, Maurizio Agnello.

L’articolo intitolato: Dati sul coronavirus falsati, dubbi sui motivi del crimine: Razza non risponde ai magistrati è stato inserito il 2021-03-31 08: 06: 36 dal sito online (gds.)

Originale

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo