Akragas, un monumentale Gambino asfalta il Marineo 3-1 (vd e ft)


L’Akragas supera l’Oratorio San Ciro e Giorgio Marineo, squadra palermitana, con un netto 3-1.

Mister Totò Vullo ha scelto di fare turnover in vista della gara di domenica prossima contro la Sancataldese. Il protagonista indiscusso della partita è il capitano dell’Akragas Giuseppe Gambino, autore di una tripletta.

Al 3º minuto l’Akragas sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Peppe Gambino che si spegne a pochi centimetri dal palo.
Al minuto numero 17 Giuseppe Santangelo crossa sul secondo palo, Pirrone si inserisce bene ma colpisce di contro balzo spedendo la palla in curva. L’Akragas crea occasioni su occasioni, gli sforzi vengono ripagati al 26º: Biondo crossa dalla linea di fondo verso il secondo palo e Gambino incorna di testa sul palo opposto. 1-0 Akragas.

Al 33º la difesa biancazzurra si addormenta e commette un fallo da rigore. Sul dischetto si presenta Clemente, che insacca alle spalle dell’incolpevole Paterniti.

Al 42º l’Akragas reclama un gol fantasma: Gambino colpisce di testa, la palla si stampa sulla traversa e quando scende colpisce la linea di porta.

Il primo tempo finisce con una bella parata di Paterniti sulla punizione insidiosa di Clemente.

La seconda frazione si rivela da subito propizia ai biancazzurri: Gambino entra in area di rigore, scarta un uomo con l’esterno e batte Di Paola. L’Oratorio non regge più i ritmi dell’Akragas e si allunga, concedendo spazio alla squadra di casa. Al 76º arriva la tripletta di un super Peppe Gambino, che sigla la terza rete con l’ennesimo colpo di testa.

Il risultato finale è 3-1.

Continua la striscia di risultati positivi dei biancazzurri ed il buon momento in seno alla società con il presidente Castronovo che ha donato il pallone della partita al bomber Gambino autore di una tripletta.

AKRAGAS: Paterniti; Lala(66º Procida), Cipolla, Ferrante(77º Caternicchia), Procida; Licata, Pirrone (62º Treppiedi), La Rocca (60ºIncardona); Santangelo(40º Giarrusso), Gambino, Biondo. All. Totò Vullo

SAN CIRO CIRO & GIORGIO: Di Paola; Romano (77º Mantegna), Bonanno(62º Montalbano), Di Peri (77º Falsone) , Prestigiacomo, Bertolino, Perricone, Di Giorgio (92º Lo Coco), Ciancimino, Clemente, Scillufo. All. Pietro Tarantino

ARBITRO: Giuseppe Lipari (sez. di Brescia)
Aa1: Arturo Artellini (sez. di Ragusa)
Aa2: Salvatore Girolamo Cucci (sez. di Trapani)

Ammoniti: Prestigiacomo (Osc), Licata (Akr), Mannina (Akr), Procida (Akr), Romano(Osc), Incardona (Akr), Paterniti (Akr), Caternicchia (Akr)
Espulsi: Scillufo (Akr)