Ztl Palermo: Di Dio, fa danno a imprese

1
© ANSA

“Questa visione della città proprio non la comprendiamo. Siamo di fronte a una scelta ideologica e non certo logica per gli interessi collettivi. Scegliere la politica dei divieti che grave danno può arrecare alle imprese, senza peraltro la concertazione con le categorie produttive che hanno finora mostrato pazienza e spirito collaborativo, è una scelta individualistica che non fa sistema con gli interessi della città e che soprattutto mina la già fragile economia locale”. Lo dice Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, che critica l’indirizzo politico adottato dalla Giunta sul tema della Ztl. “L’amministrazione comunale – aggiunge la Di Dio – si assume la responsabilità di un provvedimento che scontenta tutti e che impoverirà un centro storico che negli ultimi anni è stato rivitalizzato grazie anche agli sforzi, alla professionalità e agli investimenti dei tanti bravi imprenditori che ci hanno creduto e hanno contribuito a migliorare la nostra città”.
   

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui