Catania

Violazione par condicio, esposto di CbC sull’evento Città giudiziaria

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#Catania

La denuncia di Matteo Iannitti e la replica del Corecom che avrebbe gia agito sul sito della Regione. Dove il testo e la foto sono cambiati.

Un esposto contro chi avrebbe violato le disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione nel corso della campagna elettorale. Violazioni che sarebbero avvenute e continuerebbero a essere commesse da chi sta correndo per le prossime Regionali ma non si esime, forte del ruolo di amministratore di fatto o dimesso, a promuovere le proprie azioni.

L’inaugurazione del presidente dimesso

A innescare la contestazione da parte di Catania bene Comune e stata la comunicazione della posa della prima pietra per la esecuzione della città della Giustizia di viale Africa. La notizia della cerimonia di venerdì scorso ha visto la presenza non solo dell’ormai ex presidente Musumeci, ma pure di altri esponenti politici, alcuni per i quali impegnati in campagna elettorale, e stata poi diramata con una nota stampa, in seguito pubblicato sul sito istituzionale della Regione.

L’esposto di Catania bene Comune

Ed e questo che ha fatto scattare la contestazione di CbC e di uno dei suoi rappresentanti, Matteo Iannitti, che ha inviato l’esposto all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e al Corecom. Nel testo, l’attivista sottolinea che “la legge 22 febbraio 2000, n.28, sancisce che ‘dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla chiusura delle…


PAGN2681 => 2022-08-09 13:23:00

Catania

Show More