Villa Zito

6
Villa Zito
Villa Zito

Edificata nel XVIII secolo da Gaspare Scichili, successivamente passò ai principi di Carini. Trasformata nel 1891 secondo un classicheggiante stile neo-cinquecentesco, venne ulteriormente ammodernata nel 1906 quando passò a Francesco Zito.

Il prospetto fu rifatto con corsi bugnati, aperture sottolineate da decorazioni ad edicola e terrazze laterali. La villa, acquistata qualche anno dopo dal Banco di Sicilia, è oggi di proprietà della Fondazione Sicilia e sede della Fondazione “Lauro Chiazzese” per l’Arte e la Cultura ed ospita una ricca biblioteca, mentre le collezioni di archeologia, di ceramica, di numismatica, di filatelia e di dipinti dell’ottocento italiano sono stati trasferiti a Palazzo Branciforte.

Dal 20 giugno 2015 è stata inaugurata la Pinacoteca che espone opere d’arte di instimabile valore dal ‘600 all’800, realizzate da autori di una certa caratura: da Salvator Rosa a Mattia Preti, da Renato Guttuso a Mario Schifano passando per Michele Catti, Francesco Lo Jacono, Mario Sironi, Filippo De Pisis, Carlo Carrà etc. La Pinacoteca si estende per un’area di mille metri quadrati, su tre piani, più una sala multimediale.

Via Libertà, 52
90143 – Palermo (PA)
Tel: 0917782180

Cellulare:


3371655482

Orari:

Dal 1 Marzo al 31 ottobre: dal Martedì alla Domenica: dalle ore 09.30 alle ore 19.30
Lunedì: chiusa

Giorni festivi di chiusura: 1 gennaio 2019

Modalità di ingresso e prezzi:

Biglietto intero euro 5,00; ridotto euro 3,00 (over 65 anni, under 25 anni, studenti universitari gruppi di almeno 15 persone).

Gratuito per i disabili con accompagnatore, minori di 18 anni, giornalisti, guide turistiche, scolaresche.

Ente gestore:

Fondazione Sicilia, Via Bara All’Olivella, 2 90133 – Palermo ()