Via D’Amelio e l’eterno copione dei «non ricordo». «Ormai sono passati 25 anni, non so cosa dire»

Nel ’92, dopo la strage di Capaci e quella di via D’Amelio, nel gruppo investigativo messo in piedi per indagare c’è pure l’agente Angelo Tedesco, prima in servizio alla Omicidi. Quello che, a sua insaputa, Scarantino chiama u francisi e che partecipa anche ai famosi sopralluoghi per Palermo col finto pentito. E di cui oggi l’ex agente sembra ricordare molto poco. «Io ero nell’autovettura di appoggio, stavo dietro insomma a quella dove c’era Scarantino – dice -. Di quei sopralluoghi mi ricordo la zona della Guadagna, altro non so, non ricordo strade, piazze, non sono di Palermo e da quella città sono andato via nel ’96. Sarà durata due orette quest’attività, in questa circostanza mi pare ci fosse La Barbera». E in altre? «
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Via D’Amelio e l’eterno copione dei «non ricordo». «Ormai sono passati 25 anni, non so cosa dire»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer