Categorie
notizie

Uno studio dell’università di Catania trova il “motore” delle eruzioni dell’Etna

Uno studio dell’università di Catania trova il “motore” delle eruzioni dell’Etna

CATANIA – Il considerevole contenuto di gas nel magma è alla base della cadenza ritmica delle eruzioni e della straordinaria energia dei fenomeni eruttivi. Lo racconta la ricerca, dal titolo “Magma dehydration controls the energy of recent eruptions at Mt. Etna volcano”, diffusa sulla rivista scientifica Terra Nova a conclusione degli studi condotti dal dott. Francesco Zuccarello nell’ambito del dottorato di ricerca in Scienze della Terra e dell’Ambiente al Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali dell’Università di Catania. Il lavoro è stato svolto sotto la supervisione del prof. Marco Viccaro, docente di Geochimica e Vulcanologia dell’Università di Catania, e in collaborazione con la dott.ssa Federica Schiavi del Laboratoire Magmas et Volcans dell’Université Clermont-Auvergne. «Alla base della ricerca i dati ottenuti su inclusioni vetrose presenti in cristalli di olivina che rivelano i contenuti originari in componenti volatili dei magmi recenti eruttati all’Etna ovvero acqua, anidride carbonica, zolfo, cloro e fluoro –

L’articolo intitolato: Uno studio dell’università di Catania trova il “motore” delle eruzioni dell’Etna è stato inserito il 2021-03-22 16: 30: 46 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo