Un museo del liberty nell’area di villa Deliella a Palermo, quattro le proposte progettuali

Luogo di narrazione più che di esposizione, nel quale raccontare un’epoca della città e il suo lascito ancora tangibile. Luogo di riscatto del vuoto generato dalla speculazione edilizia protagonista del “sacco di Palermo”.

Così giovani professionisti, studiosi ed esperti, alcuni dei quali di fama mondiale, hanno disegnato il “Museo della città Liberty” di Palermo durante la settimana di studi che sabato sera ha consegnato al dibattito pubblico quattro proposte progettuali, a conclusione di un evento organizzato nel capoluogo dall’Ordine degli Ingegneri dell’area di Palermo per conto dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.

L’iniziativa è stata voluta e finanziata dalla Regione per fissare le linee guida e i criteri sulla base dei quali bandire il concorso …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Un museo del liberty nell’area di villa Deliella a Palermo, quattro le proposte progettuali


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer