Palermo

Un intero commissariato Di Palermo sotto accusa, indagine archiviata

#Palermo

Un intero commissariato era finito sotto accusa a Palermo per un sospetto “arresto illegale”. Oggi c’e il proscioglimento per tutti i poliziotti. Il giudice per le indagini preliminari Fabio Pilato ha archiviato le inchieste su 12 poliziotti dell’intera sezione investigativa del commissariato di polizia Zisa-Borgo Nuovo a Palermo. “Le meticolose e puntuali inchieste svolte dal pubblico ministero – scrive il Giudice nel decreto di archiviazione – non forniscono conferma dell’ipotesi accusatoria e non consentono una prognosi favorevole all’accusa per un eventuale giudizio”.

Indagine iniziata nel 2019

Pienamente scagionati, dunque, 12 poliziotti, alcuni dei quali con brillanti carriere alle spalle. L’indagine e partita nell’estate 2019. 2 giovani furono bloccati mentre avrebbero tentato di mettere a segno un colpo in un supermercato di Leonardo da Vinci. Ma loro hanno sempre ripetuto di non essere responsabili. Dissero che quella sera erano stati in obitorio per la dipartita di un amico.

Accusa di arresto illegale

Poi avevano deciso mangiare un panino al McDonald’s di via Leonardo da Vinci. Loro avrebbero detto di essere stati speronati da una macchina. Da qui le accuse di arresto illegale e falso ideologico contestate ai poliziotti. Ora e arrivata l’archiviazione. Accettate le tesi difensive degli avvocati Nino Zanghì, Giuseppe Di Peri, Jimmy D’Azzò, Marco Giunta e Fabrizio Di Maria.

Tempesta su altro commissariato

Una tempesta si e verificata recentemente anche su un altro commissariato. Era quello di Partinico dove nel 2019 emerse un sospetto scandalo di commercio di porto d’armi concessi in cambio di soldi, refurtiva trafugata, denunce fatte ritirare e “aggiustate”: Irregolarità addiritura in un fermo, con l’affidamento dell’indagato, colto in flagrante e non piantonato dagli agenti, a 3 guardie giurate, e col successivo tentativo di nascondere questa circostanza. A Partinico sei fra sovrintendenti, assistenti capo e ispettori sono finiti sotto indagine, con 3 cittadini che avrebbero chiesto favori e con i 3 vigilantes. In totale 12 persone sotto indagine in una vicenda di corruzione, peculato (anche per l’uso delle auto di servizio), concussione, falso, abuso d’ufficio, favoreggiamento reale e personale e accesso abusivo ai sistemi informatici delle forze dell’ordine.

Articoli correlati


PAGN2931 => 2022-12-07 18:08:15

Palermo

Show More

Articoli simili