Uccise il vicino di casa sparandogli, condannato a 16 anni di reclusione

Il 21 agosto del 2018, in via Sferracavallo a Palermo, Pietro Billitteri, 60 anni, ex dipendente della Rap, uccise il suo vicino di casa, Cosimo D’Aleo, dopo l’ennesima lite dovuta al fumo di un barbecue.
Billitteri sparò a D’Aleo con una pistola calibro 38 e poi fuggì. Si trattò di una fuga di poche ore, l’omicida venne ritrovato dalla squadra mobile alla Marinella.

Adesso, come si legge sul Giornale di Sicilia, Billitteri – che aveva anche scritto una lettera ai familiari della vittima, chiedendo perdono – è stato condannato a 16 anni …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Uccise il vicino di casa sparandogli, condannato a 16 anni di reclusione


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer