Truffe ai giocatori d’azzardo Scattano tre arresti


GELA (CALTANISSETTA) – I Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, tra le province di Agrigento e Caltanissetta, verso di tre persone componenti di un’organizzazione criminale dedita alle truffe di giocatori d’azzardo. Nel corso dell’indagine, denominata “Showdown”, i militari dell’Arma hanno ricostruito come facoltosi professionisti, con il vizio del gioco d’azzardo, venissero raggirati mediante l’uso di un tecnologico marchingegno in grado di predire il risultato delle mani di poker “Texas hold’em”. Il giro d’affari dell’organizzazione ammonterebbe a diverse centinaia di migliaia di euro.

Lo chiamavano “Pina” il marchingegno elettronico inventato per leggere le carte da poker, truccate da impercettibili codici a barre, in una bisca clandestina aperta nel centro storico di Gela dove venivano …
Leggi anche altri post su Caltanissetta o leggi originale
Truffe ai giocatori d’azzardo Scattano tre arresti


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer