Truffa per costruire i bungalow “Patto fra dirigenti e imprenditori”


PALERMO – C’è la richiesta di rinvio a giudizio per una presunta truffa sui finanziamenti per l’agricoltura. Il procuratore aggiunto Sergio Demontis e il sostituto Francesco Gualtieri chiedono che vengano processati Antonino D’Amico, dirigente dell’Ispettorato provinciale dell’Agricoltura di Palermo, la funzionaria Angela Fazzari, l’imprenditrice Agata Ferlito e il figlio Antonio Cappuzzo.

La truffa contestata dalla Procura, sulla base delle rilevazioni della guardia di finanza di Mazara del Vallo, inizierebbe nel Trapanese e si consumerebbe nel Palermitano. Riguarda il finanziamento per la costruzione di un agricampeggio in contrada Granitola a Tre Fontane, frazione di Campobello di Mazara. A Campobello di Mazara sarebbe stata preparata la documentazione sulla “cantierabilità” delle opere per cui Ferlito aveva chiesto l’ammissione al finanziamento previsto …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Truffa per costruire i bungalow “Patto fra dirigenti e imprenditori”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer