Trapani

Trapani, dopo le intossicazioni verso un nuovo appalto per la mensa scolastica

#Trapani

A Trapani si va verso un nuovo appalto per la mensa scolastica.

Il servizio e stato sospeso nelle scorse settimane dal Comune di Trapani dopo i 12 bimbi intossicati. Sono seguiti controlli da parte dei Carabinieri del Nas e valutazioni da parte dell’A.S.P nel corso delle quali sono stati riscontrati elementi per sospendere il centro cottura di Milo della “Le Palme”, la ditta incaricata di fornire i pasti alle scuole della città.

Tra qualche giorno dovrebbe arrivare un’altro esito delle valutazioni dell’A.S.P per determinare se ci sia stata una correlazione causa-effetto tra il malessere dei bimbi e il servizio mensa. Dal Comune fanno sapere che senza questo certificato dall’A.S.P non si può revocare e firmare un nuovo contratto con una nuova ditta. Il sindaco Giacomo Tranchida chiarisce che Le Palme e stata l’unica ditta a partecipare al bando e che adesso servono garanzie sulla qualità del cibo somministrato. L’impresa Le Palme, tra l’altro, e la stessa che effettuava il servizio mensa ad Alcamo. E anche lì ci sono stati casi di intossicazione. Addirittura sono stati una cinquantina le persone che hanno accusato i sintomi dell’intossicazione. L’A.S.P per i casi di Alcamo ha gia certificato la causa-effetto, tant’e che il Comune ha revocato l’appalto e ha affidato temporaneamente il servizio mensa ad un’altra società. Si tratta della Bitti Srl che effettuerà il servizio per 2 mesi. La ditta, che ha gestito la mensa scolastica anche a Mazara del Vallo, Castelvetrano e altri comuni, ha raggiunto l’intesa con il comune di Alcamo con un costo medio, per ogni pasto, di poco più di 7 euro. A questa somma si andrà poi ad aggiungere la compartecipazione delle famiglie che acquisteranno i ticket.  


PAGN2931 => 2022-12-07 12:32:00

Trapani

Show More

Articoli simili