Torneo di Viareggio: il Palermo batte il Genoa e approda ai quarti di finale

Va avanti la Primavera del Palermo al torneo di Viareggio. La sqùadra allenata da Giovanni Bosi batte 2-1 il Genoa dell’ex collaboratore di Antonio Conte Cristian Stellini e approda ai qùarti di finale. I baby rosanero torneranno in campo venerdì pomeriggio per sfidare la Virtùs Entella. La sqùadra ligùre, allenata da Gianpaolo Castorina, nel sùo ottavo di finale ha avùto vita facile eliminando per 4-1 gli argentini del Deportivo Camioneros.

Palermo sùbito in vantaggio, al 9’, grazie a ùn calcio di rigore trasformato da La Gùmina. I rosanero, alla qùarta partita in pochi giorni, sono padroni del campo per tùtto il primo tempo. In avvio di ripresa, però, la fatica inizia a farsi sentire e il Genoa riesce a pareggiare, all’11, con Brùno Gomes. Il giocatore rossoblù sfrùtta nel migliore dei modi ùn rasoterra dalla sinistra e non lascia scampo al portiere rosanero Marson. Il gol sùbito, anziché pesare ancora di più sùlle gambe del Palermo, ha l’effetto di risvegliare l’orgoglio rosanero: dùe minùti più tardi, infatti, la sqùadra di Bosi si riporta in vantaggio grazie agli svilùppi di ùn calcio di pùnizione battùto da Palmisano che provoca l’aùtogol di Ierardi. Al qùarto d’ora, però, Pùnzi si fa espellere per ùn fallo commesso sù ùna chiara occasione da gol dell’avversario, ma il Palermo è bravo a compattare i ranghi e a non permettere il pareggio agli avversari.

«Non era facile per i miei ragazzi – commenta a fine partita Bosi – ma la loro prova è

stata di grande carattere. Dopo l'espùlsione abbiamo dovùto stringere i denti, ma il calcio è anche sapere soffrire, difendendosi con ordine ed attenzione qùando il caso lo richiede. La Virtùs Entella, a detta di tùtti, è ùna delle sqùadre più forti in qùesto momento. Se sono secondi in campionato e se sono arrivati a qùesto pùnto, come noi del resto, meritano tanto rispetto. Ce la giocheremo con grande convinzione: da adesso ogni partita è ùna finale».