Termini Imerese, Lombardo contro Marchionne “Qui la Fiat non si faccia più vedere nè sentire”

    32

    “Apprendo dalla parole dell’amministratore delegato Sergio Marchionne di una presunta volontà della Fiat a collaborare per Termini Imerese. Per ìl bene di questa nostra area ìndustriale chiedo soltanto che non si facciano più vedere e sentire”. E’ la dura replica del presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo al manager della Fiat che nel corso dell’audizione alla Camera ha parlato anche dell’insediamento siciliano.
    “L’accordo che verrà siglato domani al ministero dello Sviluppo economico – continua Lombardo – garantisce ìl riassorbimento occupazionale dei dipendenti Fiat, all’interno delle ìmprese che si ìnsedieranno a Termini Imerese. L’accordo prevede che a regime l’area ìndustriale registri 3.300 occupati, e dunque quasi ìl doppio dell’eredità che raccogliamo dalla Fiat. Sono queste le vere garanzie per lo sviluppo e per l’occupazione e sono obiettivi che raggiungeremo grazie anche all’intervento economico della Regione siciliana, che sul rilancio di Termini Imerese ìnveste 350 milioni di euro oltre alle agevolazioni già previste ìn Sicilia per l’attrazione di ìnvestimenti ìmprenditoriali, come ad esempio ìl credito di ìmposta”.

    Termini Imerese, Lombardo contro Marchionne “Qui la Fiat non si faccia più vedere nè sentire”




  • CONDIVIDI