Teatro Massimo, nuova protesta dei lavoratori licenziati. Oggi sit-in: «Promesse vane, ci sentiamo presi in giro»

Nuova protesta dei sei lavoratori del servizio di vigilanza non armata del Teatro Massimo che sono stati licenziati dopo il cambio d’appalto. «La nuova ditta che è subentrata non ha infatti rispettato la clausola sociale prevista e non ha garantito i dipendenti in servizio. La Fondazione dal canto suo non ha mostrato alcuna volontà a trovare una soluzione definitiva della vertenza». Questa la denuncia di Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia, che oggi pomeriggio, dalle 17 alle 22, tornerà a protestare con un sit-in dei lavoratori davanti al teatro, manifestazione che vedrà la partecipazione anche di lavoratori di altri settori perché il problema interessa anche altri ambiti.

«Il Teatro Massimo – spiega Flauto – si era impegnato affinché venisse rispettata la clausola che era tra l’altro specificata nel bando. La società Elisicilia però dal primo giorno ha tirato fuori tutta una serie di motivazioni, …
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Teatro Massimo, nuova protesta dei lavoratori licenziati. Oggi sit-in: «Promesse vane, ci sentiamo presi in giro»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer