“Tangenti all’Agenzia delle Entrate in cambio di favori”, parte l’appello: la difesa chiede nuove prove

38
"Tangenti all'Agenzia delle Entrate in cambio di favori", parte l'appello: la difesa chiede nuove prove

“Tangenti all’Agenzia delle Entrate in cambio di favori”, parte l’appello: la difesa chiede nuove prove

La difesa degli imputati chiede di acquisire il verbale con la testimonianza, resa in un altro troncone del processo, del direttore regionale Pasquale Stellacci, dalla quale – secondo il loro punto di vista – verrebbe chiarita la posizione degli imputati. Il sostituto procuratore generale Sergio Barbiera chiede un termine per esaminarla ed esprimere l’eventuale consenso e i giudici della Corte di appello di Palermo rinviano l’udienza al 26 marzo. Riparte il processo scaturito dall’inchiesta “Duty free” che ipotizza un giro di tangenti all’Agenzia delle Entrate di Agrigento in cambio di favori e annullamenti di sanzioni tributarie. In questo processo, che scaturisce dallo stralcio del rito abbreviato, in realtà, non si contesta alcun episodio di corruzione.

L’unico episodio in discussione davanti alla Corte di appello riguarda un’ipotesi di abuso di ufficio per la quale, in primo grado, sono stati condannati l’ex direttore dell’Agenzia…


fonte