Categorie
notizie

Suolo pubblico solo se si è antifascisti, il Tar: «Va contro la Costituzione»

Suolo pubblico solo se si è antifascisti, il Tar: «Va contro la Costituzione»

Una affermazione di ripudio del fascismo come conditio sine qua non per ottenere la concessione di spazi pubblici. Era così a Trapani fino a pochi giorni fa quando una sentenza della prima Sezione del Tar Sicilia, arrivata dopo il pronunciamento del Cga sulla stessa questione, ha revocato la delibera del Consiglio comunale ritenendo “illegittimo imporre al richiedente la concessione di suolo pubblico di effettuare affermazioni che appaiono, almeno in parte, lesive del diritto inviolabile alla libertà di manifestazione del pensiero sancito dall’art. 21 della Costituzione”. “Nel 2019, su pressione dell’Anpi – rivela all’Agenzia di stampa l’ex deputato Michele Rallo – il Consiglio comunale di Trapani approva un emendamento alla modifica del regolamento sull’arredo urbano che stabilisce che chicchessia chieda la concessione di spazi pubblici deve sottoscrivere una affermazione di anti fascismo”. Una proposta, chiarisce il sindaco Giacomo Tranchida, che arriva “non dalla giunta ma da alcuni consiglieri comunali i quali, in ogni caso, erano

Il servizio intitolato: Suolo pubblico solo se si è antifascisti, il Tar: «Va contro la Costituzione» è stato inserito il 2021-04-17 15: 20: 47 dal sito online (lasicilia.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo