notizie

Sull’Etna rientra l’emergenza ma la cenere resta sui paesi circostanti

Sull’Etna rientra l’emergenza ma la cenere resta sui paesi circostanti

Pure il 12° parossismo sull’Etna sembra archiviato, ma resta altissimo il livello di attenzione sul “Tetto vulcanico d’Europa”. Dall’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), giungono notizie positive. Difatti, i flussi lavici messi in posto nella Valle del Bove nel corso dell’attività eruttiva non sono più alimentati e i fronti sono in raffreddamento.L’ampiezza del tremore vulcanico è tornata su valori medi e la localizzazione del tremore risulta in prossimità del cratere Bocca Nuova ad una profondità di circa 2,Cinque chilometri. Il numero degli eventi infrasonici è basso. I dati delle reti di monitoraggio non evidenziano variazioni significative. Intanto, le popolazioni dei 43 Comuni più colpiti dalla caduta di cenere e lapilli, sempre più provati dal costoso e pesante lavoro di pulizia di tetti grondaie e terrazzi, vivono il dramma della mancanza di aiuti da parte della Protezione civile nazionale.Le strade sono invase da vere e proprie dune di sabbia

Il post intitolato: Sull’Etna rientra l’emergenza ma la cenere resta sui paesi circostanti è stato inserito il 2021-03-14 06: 56: 54 dal sito online (gds.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo

Related Articles