Sospeso dal prefetto di Catania il sindaco Pogliese dopo la condanna per le spese pazze all’Ars | BlogSicilia


Sospeso dal prefetto di Catania il sindaco Pogliese dopo la condanna per le spese pazze all’Ars | BlogSicilia 

Il prefetto di Catania, Claudio Sammartino, ha disposto la sospensione di diritto dalla carica per diciotto mesi del sindaco del capoluogo etneo, Salvo Pogliese, in applicazione della legge Severino.

Il primo cittadino è stato condannato ieri dal Tribunale di Palermo per peculato a quattro anni e tre mesi di reclusione nell’ambito del processo per le ‘spese pazze’ all’Ars, su rimborsi all’Assemblea regionale Siciliana come vice presidente del gruppo del Pdl.

Molti gli esponenti politici che oggi, attraverso, varie note hanno manifestato la propria solidarietà a Pogliese, e non è mancato chi, come Matilde Siracusano, deputata siciliana di Forza Italia e membro della Commissione Giustizia di Montecitorio, ha parlato di incostituzionalità della legge Severino.

A distanza di poche ora dalla condanna, lo stesso Pogliese, era intervenuto ieri sera con una lunga nota su quanto accaduto.

“Non posso nascondere – aveva detto – enorme amarezza e grande delusione per una sentenza che trovo assolutamente ingiusta. Ma da uomo delle istituzioni la devo accettare e rispettare. Nella mia vita mi sono sempre comportato da persona perbene e onesta interpretando i ruoli, che i catanesi e i siciliani mi hanno affidato, con grande generosità, passione e infinito amore per la mia terra e per la mia Catania a cui sono visceralmente legato. Lo stesso amore che due anni fa’ mi ha portato a lasciare un prestigioso ruolo al parlamento europeo per servire la mia città…