Uncategorized

Siracusa, ricorso della Consulta civica donate prodotti alimentari di prima necessità

#Siracusa

“L’epidemia e sicuramente stata una esperienza di forte impatto emotivo, che attualmente lascia molti insegnamenti a tutti noi, tra i quali l’importanza dei valori di comunità attorno ai quali ruota la nostra vita individuale, dove solidarietà e mutuo soccorso ne fanno da matrice caratterizzante. Tra gli effetti residuali, una crisi economica diffusa che aggrava ulteriormente le condizioni di indigenza, gia pregresse, di molte famiglie, alla quale si somma l’incremento repentino del costo della vita, buona parte provocato dai conflitti bellici in Ukraine. Una fascia sociale preesistente alla pandemia, alla quale si somma una nuova categoria di poveri indicati come: “nuovi poveri”, piccoli e medi imprenditori, e lavoratori a seguito, caduti all’impatto della violenta ondata di crisi economica”. Ad aprire la questione e il presidente della Consulta civica di Siracusa Damiano De Simone che lancia un ricorso alle catene di distribuzione alimentare del territorio e liberi cittadini invitando a donare prodotti alimentari di prima necessità.

“Una situazione che tutti i giorni tocchiamo con mano, nelle svariate forme della sua disperazione che si manifesta sui volti degli “ultimi” – commenta Damiano De Simone – per cui nasce l’esigenza di tradurre la tragedia in corso, in soluzioni concrete, a partire dall’intervenire, in forma capillare e celere, a sostegno di tante famiglie sempre più distanti, ormai, dall’accesso alle pari opportunità, tra i quali bimbi, disabili e anziani quali categorie fragili”.

“Per questi motivi, nei giorni passati – spiega l’assessore in Consulta Emanuela Perez – abbiamo lanciato un modulo online, affidato a Marco Veneziano, incaricato responsabile del servizio di “Richiesta Aiuti Alimentari”, rivolto a tutte i nuclei familiari con reddito annuo non superiore a 20.000 euro. Questo per iniziare a comporre un quadro chiaro, quanto più fedele probabile alla realtà, dello stato di indigenza in Città, che ad oggi conta circa 1065 nuclei famigliari richiedenti, impiegati a crescere, e che nelle prossime settimane provvederemo gradualmente a rifornire. Una scelta, quella della soglia di reddito, proporzionale al caro vita in forte crescita, gia dalle materie prime. Il secondo passo e stato quello di reclutare nuovi volontari a sostegno della Società Civile, compito affidato a Massimiliano Raspini, incaricato Responsabile del reclutamento Corpo Volontari della Consulta Civica di Siracusa”.

“E chiaro che l’assistenza fine a se stessa, non porterebbe ad alcun risultato utile a nessun individuo, né all’intera comunità – spiega il Vice presidente della Consulta Umberto Lo Verde – motivo per cui diventa necessario pianificare il reinserimento occupazionale, con la finalità di condurre i cittadini in difficoltà, dallo stato di indigenza, a contribuenti attivi, ma il processo e lento, e per questo serve del tempo, e fare sinergia con gli Enti territoriali, a partire dalla Pubblica Amministrazione”.

“Facendo ricorso al senso di solidarietà che caratterizza la nostra comunità – conclude Damiano De Simone – chiediamo il provvedimento di tutti coloro si vogliano rendere disponibili a fornire prodotti alimentari, a sostegno delle attività di assistenza in corso”.


PAGN2931 => 2022-12-06 11:59:39

Siracusa

Show More

Articoli simili