Si resti, arrinesci, giovani ripuliscono la foce del fiume Oreto. «Cura del territorio contro l’idea di Isola lasciata al degrado»

Un’occasione di cura del territorio diventa anche un momento per dare valore all’impegno diffuso a livello regionale dalla rete Si resti, arrinesci. Ragazzi e ragazze che si battono contro il fenomeno sempre crescente dell’emigrazione forzata e che piano piano sta occupando spazio in molte province dell’Isola, oltre al capoluogo regionale. Dopo la manifestazione del 25 ottobre scorso, ieri l’iniziativa si è svolta contemporaneamente in decine di comuni e borghi siciliani: Palermo, Bagheria, Belmonte, Petralia Soprana e Sottana, Trapani, Mazara, Partanna, Canicattì, Aragona, Messina, Catania, Ragusa, San Biagio Platani e tanti altri.

Muniti di scope e palette, pennelli e cazzuole, sacchi per i rifiuti e guanti, dalle città e i borghi siciliani è partita una aperta dimostrazione di amore e orgoglio per la Sicilia. In particolare a Palermo gli attivisti …
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
Si resti, arrinesci, giovani ripuliscono la foce del fiume Oreto. «Cura del territorio contro l’idea di Isola lasciata al degrado»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer