Settimana della legalità in Valle d’Aosta: c’è anche il pm Vella

6
Settimana della legalità in Valle d’Aosta: c’è anche il pm Vella
Settimana della legalità in Valle d’Aosta: c’è anche il pm Vella

Dal 20 al 24 gennaio la bassa Valle d’Aosta ospiterà la Settimana della legalità, con eventi nelle scuole ma anche in spazi aperti al pubblico. Tema al centro della rassegna è la Costituzione. Da segnalare il 20 gennaio (ore 21), a Palazzo regionale di Aosta, la conferenza di Salvatore Vella, procuratore aggiunto di Agrigento.

Gli altri appuntamenti in calendario: il 20 gennaio a Verres (salone Le Murasse dalle 9) incontro formativo sulle violenze, il 21 e il 22 gennaio attività e laboratori nelle scuole di Verres, il 22 gennaio a Hone (salone polivalente ore 20,45) conferenza di polizia postale e Usl, il 23 gennaio la polizia stradale sarà ospite dell’istituzione scolastica di Verres, il 24 gennaio carabinieri, Usl e associazioni incontreranno gli studenti dell’Istituzione scolastica Mont Rose A di Pont-Saint-Martin sul tema delle dipendenze da alcol. Il programma si chiuderà all’auditorium di Pont-Saint-Martin (ore 20,30) con una serata in cui saranno presentati progetti rivolti ai giovani. Destinatari dell’iniziativa sono principalmente gli oltre 1.200 studenti della bassa valle. “Questa Settimana – ha commentato Renzo Testolin, presidente della Regione – è il frutto di un lavoro che parte da lontano e che ha ambizioni di proseguire nel futuro. Registro una grande disponibilità nel partecipare alle iniziative, dalle forze dell’ordine alle associazioni”. Per Emily Rini, presidente del Consiglio Valle, “è importante valorizzare il concetto di rete a favore dei giovani, che non sono i cittadini di domani ma sono i cittadini di oggi”. L’assessora all’istruzione Chantal Certan ha parlato della Settimana come di “un momento operativo, elaborato dal tavolo tecnico permanente, che organizza attività pratiche proprio a partire dalle scuole”. Per Albert Chatrian, assessore all’ambiente, “la legalità passa attraverso l’attenzione ai luoghi in cui viviamo, l’azione della Forestale si sviluppa contro la violenza ai danni del territorio”. Infine il sostituto procuratore Carlo Introvigne ha ribadito che “l’attività preventiva è molto più importante di quella di contrasto, l’educazione alla legalità va a vantaggio dell’intera comunità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui