Sequestrati 420mila euro a due ditte dei rifiuti. Costringevano sette dipendenti a restituire il tfr

Gli amministratori e i responsabili di due società attive nella raccolta dei rifiuti nel Comune di Misterbianco sono stati denunciati con le accuse di intermediazione illecita, sfruttamento del lavoro ed estorsione. Nei confronti delle due imprese i militari dell’arma del nucleo ispettorato del lavoro hanno compiuto, questa mattina, un sequestro di beni mobili e immobili del valore di 420mila euro

Le rilevazioni sono cominciate a ottobre 2017. I quattro denunciati, avrebbero sfruttato sette lavoratori, sottoponendoli a orari e condizioni di lavoro difformi dal contratto nazionale di lavoro, nonché a metodi di sorveglianza in violazione delle norme di legge. Costringendoli, dietro la minaccia di licenziamento, a a restituire il trattamento di fine rapporto (circa mille euro per ciascun dipendente) in caso di non accettazione delle condizioni imposte.

Ad aprile la procura ha …
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Sequestrati 420mila euro a due ditte dei rifiuti. Costringevano sette dipendenti a restituire il tfr


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer