Sequestrati 12 chili di droga . e 538mila euro in contanti

    45

    Ieri mattina è stato tratto in arresto dagli agenti di polizia del commissario Brancaccio per il reato di traffico di sostanza stupefacente, Giuseppe Lombardo, pregiudicato palermitano di 39anni, impiegato e denunciato a piede libero la moglie A.R., di 30 anni, responsabile in concorso per lo stesso reato.
    Già nei giorni scorsi i poliziotti erano riusciti a localizzare un appartamento proprio in quella via e trarre in arresto una donna che aveva trasformato il suo appartamento in un vero e proprio supermarket della droga.
    Nel corso di quell’operazione  gli agenti, nel corso di controlli effettuati nei box sottostanti avevano avuto modo di constatare che l’unità cinofila impiegata aveva dato un particolare “interessamento” in un magazzino risultato essere di Lombardo e più precisamente verso alcuni borsoni vuoti, trovati a terra.
    Poiché Lombardo dalle investigazioni effettuate dai poliziotti risultava avere precedenti specifici in materia di stupefacenti e risultava attualmente inserito in un grosso giro di traffico di sostanze stupefacenti, i poliziotti hanno deciso di effettuare dei controlli più approfonditi che hanno permesso di scoprire che il box in uso a Lombardo era di proprietà di un uomo che risultava essere anche proprietario di un appartamento, probabilmente disabitato.

    Gli Agenti, non escludendo che Lombardo potesse avere anche la disponibilità di quell’appartamento, hanno effettuato delle mirate attività volte ad accertare se l’appartamento in questione fosse abitato o fosse invece destinato all’occultamento della sostanza stupefacente.
    Avuto la certezza che l’appartamento fosse disabitato, ieri mattina, i poliziotti del commissariato Brancaccio hanno  deciso di effettuare una perquisizione all’interno dell’appartamento di Lombardo dove sono stati rinvenuti un bilancino di precisione, la somma di 5mila euro ed una chiave di porta blindata che consentiva l’apertura dell’appartamento attenzionato.
    Una volta aperto l’appartamento, si rinvenivano 101 panetti di hashish per un peso complessivo di circa 10,500 chili ed altra sostanza stupefacente del tipo eroina-cocaina per circa 1,500 chili, della sostanza ancora in pietra e da tagliare e 20 ovuli di 20 grammi ciascuno con ancora delle tracce di feci,  nonché diverso materiale per il confezionamento e la pesatura della droga e denaro contante per circa 538mila euro.
    Pertanto Lombardo è stato dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la locale casa circondariale “Ucciardone” mentre la moglie veniva denunciata in stato di libertà.




  • CONDIVIDI