Sequestrate al porto 5 tonnellate di acetone e resina

    58

    I finanzieri del Gruppo Palermo, di stanza all’interno dell’area portuale, unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane, hanno intensificato i controlli nei confronti degli autocarri in procinto di sbarcare e imbarcarsi per e da altri porti nazionali.
    Grazie al lavoro delle fiamme gialle e dei funzionari è emerso che spesso, per aggirare i divieti imposti dalle compagnie di navigazione riguardo materiali pericolosi, la merce dichiarata non corrisponde con quanto trasportato.
    Tra le merci rinvenute occultate sugli autocarri sono stati trovati contenitori con acetone puro e resina in soluzione per un peso di oltre cinque tonnellate.
    Trattandosi di merce facilmente infiammabile ed avendo esposto il trasporto marittimo a grave pericolo due persone sono state denunciate.
    La merce è stata sottoposta a sequestro.




  • CONDIVIDI