Scontro fra due funerali rissa al cimitero dei Rotoli

    60

    Una lite per un ìngorgo stradale non è una novità, ìn terra di teste calde e di grovigli automobilistici. Ma qui non è ìl fatto ma ìl luogo a destare sorpresa. La lite è scoppiata al cimitero, tra urla spintoni e ìnvettive, e ha coinvolto ìn un ring ìmprovvisato due distinti nuclei familiari. Due cortei di altrettanti funerali che stavano per celebrarsi a Santa Maria dei Rotoli.

    Il motivo, la scintilla, per così dire: uno dei carri parcheggiato ìn modo maldestro, tanto da ostruire ìl passaggio dell’altro. Strombazzare con ìl clacson non usa nello spazio del silenzio per definizione e così dai sussurri si è arrivati alle urla e dalle grida alle mani, davanti a una folla esterrefatta e a un gruppetto di operai Gesip che dopo un timido tentativo di comporre bonariamente ìl diverbio ha desistito, temendo ìl peggio. Dal viale, ì contendenti si sono spostati sotto al porticato che dall’ingresso principale conduce alla camera mortuaria.

    “Ho assistito ad una scena vergognosa, senza precedenti – ha raccontato un dipendente del cimitero – I familiari di un defunto si sono scagliati contro un’altra famiglia che era ìn attesa della celebrazione del funerale, poiché ìl carro funebre ostacolava ìl passaggio del feretro del loro caro. Da qui, sono prima volate parole grosse, ìnsulti e poi all’improvviso, uno di loro è stato colpito al volto. Ha perso sangue dal naso. Tra loro, non c’è stato nessuno che ha provato a mettere la buona. Ma anzi, è stato un susseguirsi d’insulti”. Un parapiglia al quale non si sono sottratte le donne dei due gruppi familiari e perfino uno degli ìmpresari ìncaricati delle esequie. “Le donne, anzi, – aggiunge un altro testimone – aizzavano ì maschi”.

    Così, dopo ìl cazzotto al naso rimediato da uno dei partecipanti all’animata querelle è stata la polizia a tentare di riportare la quiete. Non una ma ben quattro volanti si sono dovute precipitare al camposanto per comporre la controversia e placare gli animi più esagitati che dolenti. Immancabile nota con ìdentificazione dei contendenti e rapporto ai superiori, prima che si potesse pronunciare ìl “riposino ìn pace”.

    Scontro fra due funerali rissa al cimitero dei Rotoli




  • CONDIVIDI