Scarface e l’impero del clan Mazzei nelle discoteche. I giudici: «C’era un vero e proprio accordo criminoso»

«Un giovane imprenditore rampante che all’epoca dei fatti era organico alla cosca mafiosa guidata da Sebastiano Mazzei». Sono le parole che utilizzano i giudici della prima sezione penale del tribunale di Catania per tracciare il profilo di William Alfonso Cerbo. L’esuberante 37enne, condannato in primo grado a 14 anni e tre mesi, noto per l’appellativo di Scarface grazie a un trono con le sue iniziali, sul modello del film di Brian De Palma, che si era fatto costruire. Nel 2014 a bloccare la sua ascesa …
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Scarface e l’impero del clan Mazzei nelle discoteche. I giudici: «C’era un vero e proprio accordo criminoso»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer