Enna

San Cataldo in provincia di Caltanissetta: alla Regina Pacis chirurgia oncologica e addominale sempre più precisa e sicura

Questo contenuto e stato archiviato ! potrebbe non essere più rilevante

#enna

Nella difficile rimonta della sanità siciliana sulle liste d’attesa accumulate durante i mesi più pesanti della epidemia, la chirurgia rimane il nervo scoperto e sono grandi le difficoltà nel recuperare gli arretrati delle sale operatorie.

“È proprio in questo contesto – ci spiega il dr. Giuseppe Virzì, Chirurgo Generale e Direttore Sanitario della Casa di Cura “Regina Pacis” di San Cataldo in provincia di Caltanissetta (CL) – che si è incentrata la nostra Struttura. Per dar seguito alle necessità di aiutare il S.S.N. nell’obiettivo della riduzione delle liste di attesa, si è provveduto alla implementazione del medical imaging del Blocco Operatorio attraverso l’acquisizione di una nuova colonna laparoscopica dotata di un innovativo sistema endoscopico Karl Storz di 4K con una piattaforma di imaging “multidisciplinare” IMAGE 1S, che permette di ottenere risultati clinici migliori e più sicurezza per i degenti.

Si tratta di una catena di dispositivi ottici che permette di operare a cielo coperto, inserendo una sonda con telecamera all’interno dell’area da operare con una definizione di immagine impareggiabile ed attraverso ingressi chirurgici minimi. I principali campi di applicazione sono la chirurgia oncologica e il trattamento chirurgico di patologie addominali quali le malattie infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn e rettocolite ulcerosa), la malattia da reflusso gastro-esofageo e l’ernia iatale, la chirurgia senologica e la chirurgia proctologica. Lo specialista che esegue l’intervento guarda le im


PAGN2395->> 2022-07-08 10:05:00

Show More