“Salvini, un disastro per Lampedusa Ma adesso il Pd deve svegliarsi”


Mentre i cadaveri dell’ultimo naufragio di Lampedusa continuavano ad affiorare, il sindaco, Totò Martello, commentava sconfortato: “Non ci resta che ascoltare il silenzio dei morti. Siamo da soli a raccoglierli in mare, a piangerli ed a seppellirli. Siamo circondati da silenzio e indifferenza”. Un’isola teatro di una tragedia privo di interruzioni, approdo dei vivi e dei morti, segno di una attenzione smodata o dell’indifferenza. E chi ha raccolto i corpi avverte il gelo della solitudine.

Sindaco Martello, è cambiato qualcosa per voi con il nuovo governo?

“Sì, qualcosa è cambiato. Prima non ci davano conto, come si dice, non ci ascoltavano, non ci prendevano in considerazione; parlo della compagine gialloverde, ovviamente. Ora si discute, almeno, c’è una interlocuzione col ministero degli …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
“Salvini, un disastro per Lampedusa Ma adesso il Pd deve svegliarsi”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer