Categorie
notizie

Saloni di acconciatura chiusi in zona rossa: “Intervenga il governo Musumeci per tutelare la Sicilia”

Saloni di acconciatura chiusi in zona rossa: “Intervenga il governo Musumeci per tutelare la Sicilia”

Alessandro Silvio In base alle anticipazioni sulla bozza del prossimo Dpcm, l’ipotesi di chiudere le attività di barbieri e parrucchieri nelle zone rosse preoccupa molto Confartigianato Sicilia e in particolar modo la categoria degli acconciatori. Non solo non vanno chiuse queste attività nei comuni o nelle aree regionali in zona rossa, ma Confartigianato chiede anche che venga data priorità alle vaccinazioni degli operatori di questo settore produttivo.“Non capiamo il motivo per il quale si ipotizza la chiusura in zona rossa delle attività di barbieri e parrucchieri – dice Giuseppe Pezzati, presidente di Confartigianato Sicilia –. Le imprese di acconciatura in questi mesi hanno applicato con la massima diligenza le linee guida dettate dalle autorità sanitarie e dal Governo, intensificando le già rigide misure previste dal settore sul piano igienico-sanitario, e si sono riorganizzate per garantire la massima tutela della salute degli imprenditori, dei loro collaboratori e dei clienti. Hanno calendarizzato gli incontri, anche con app specifiche,

L’articolo intitolato: Saloni di acconciatura chiusi in zona rossa: “Intervenga il governo Musumeci per tutelare la Sicilia” è stato inserito il 2021-03-01 16: 03: 45 dal sito online (gds.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo