Rosario Firenze, l’uomo al servizio dei Messina Denaro. «Compare di Patrizia, con agganci dentro il Comune»

«Matteo Messina Denaro gli ha fatto da padre». Il riconoscimento del presunto impegno del boss di Castelvetrano verso dei fratelli Rosario, Giovanni e Massimiliano Firenze viene captato dagli investigatori nel 2010. A parlare sono due uomini. Sottolineano come il superlatitante si fosse impegnato dopo che, a metà anni Ottanta, il capofamiglia Vincenzo era deceduto. Un legame quello tra i Firenze e i Messina Denaro che si sarebbe prolungato nei decenni, specialmente da parte di Rosario Firenze. Il 48enne, insieme al fratello Giovanni, è stato destinatario di un sequestro di beni per un valore di 800mila euro.

Leggi originale
Rosario Firenze, l’uomo al servizio dei Messina Denaro. «Compare di Patrizia, con agganci dentro il Comune»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer