Notizie

Ritrovamenti nella necropoli di San Nicola a Chiaramonte Gulfi: le foto degli scavi

Presentati i primi risultati della campagna di scavi archeologici della Necropoli di contrada San Nicola-Giglia, in territorio di Chiaramonte Gulfi, realizzata nell’ambito del progetto di collaborazione siglato tra l’assessorato Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, rappresentato dall’Assessore Alberto Samonà che ha operato attraverso la Soprintendenza di Ragusa, l’Università di Bologna, il Comune di Chiaramonte Gulfi e la cooperativa “Nostra Signora di Gulfi”, proprietaria del fondo su cui insiste l’area di scavo.La Necropoli di San Nicola-Giglia si trova in una zona del paese moderno non coincidente con l’antica Akrillai (῎Ακριλλαι) e può essere considerata parte di un grande insediamento rurale sviluppatosi in epoca imperiale, tardoantica e bizantina. L’area ha reso nel tempo una notevole quantità di reperti, segno dell’importanza dell’abitato che si trovava lungo l’asse di collegamento tra Siracusa a Selinunte, della quale si hanno notizie ininterrotte dal VI secolo a.C. fino al 1290.
La maggior parte delle tombe rinvenute è del tipo “a fossa” ricavate direttamente nella roccia, ad eccezione di due sarcofagi. In alcuni casi le sepolture sono state ritrovate integre, sigillate da lastre in calcare locale e di argilla mista. Le 184 tombe sino ad oggi rinvenute sono di tipo bisome, ovvero con sepolture doppie,  » 

Show More