Uncategorized

Rimane in carcere Andrea Bonafede, accusato di avere fatto recapitare a Messina Denaro le…

#Trapani

«Non v’è dubbio che le condotte realizzate da Bonafede abbiano di fatto consentito a Messina Denaro di sottrarsi sia all’esecuzione delle pene definitivamente irrogategli per numerosi efferati delitti, sia a eludere le investigazioni dell’autorità in ordine alla persistente condotta direttiva organizzativa dell’associazione mafiosa Cosa nostra, che opera nella provincia di Trapani, posta in essere dallo stesso Messina Denaro». È quanto scrive il Giudice del Riesame di Palermo che ha depositato le motivazioni del provvedimento con il quale ha respinto l’istanza di scarcerazione di Andrea Bonafede, accusato di aver fatto avere al boss Matteo Messina Denaro, malato oncologico, ricette e prescrizioni predisposte dal medico Alfonso Tumbarello e intestate al cugino geometra che porta lo stesso nome, Andrea Bonafede, e che è accusato di avere prestato la propria identità al capomafia di Castelvetrano nel corso della latitanza.
(


PAGN3046

Mostra di più

Articoli simili

Palermo 24h