Proteste a Siculiana per l’arrivo di altri 40 migranti da Lampedusa

“L’arrivo di 40 nuove persone ci allarma perché si va in una direzione totalmente opposta rispetto a quanto era stato promesso, cioè una riduzione del numero degli ospiti affinché questi possano essere integrati in una piccola comunità come la nostra”. Lo ha detto il sindaco di Siculiana (AG), Leonardo Lauricella, dopo l’arrivo a Villa Sikania dei migranti trasferiti dall’hotspot di Lampedusa (Ag). “Comprendiamo che l’attuale quadro di incertezza politica nazionale oggi rende difficile poter intervenire, ma rimarchiamo la nostra preoccupazione per questo stato di cose – ha aggiunto l’amministratore – e continuiamo a chiedere che siano rispettati gli impegni presi”. A Siculiana erano state condotte battaglie pubbliche e addirittura una marcia che attraversò tutto il paese per chiedere la rimodulazione del numero di migranti ospitati, in modo da renderli proporzionali al numero dei residenti.

Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Proteste a Siculiana per l’arrivo di altri 40 migranti da Lampedusa


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer