Profumi “non sicuri”, scatta il sequestro per un commerciante di Pollina

87
Profumi
Profumi "non sicuri", scatta il sequestro per un commerciante di Pollina

Circa 100 confezioni di profumi, privi dei minimi riferimenti previsti dal regolamento CE n.1223/2019, che tutela la salute dei consumatori, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Cefalù ad un noto commerciante di Pollina.

I prodotti non avevano i requisiti tecnici previsti del codice del consumo e quindi erano pericolosi per la salute in quanto non riportavano le informazioni essenziali per l’utilizzo.

I finanzieri hanno elevato una sanzione amministrativa che può arrivare a 4.000 euro, da un minimo di 1.000 euro, come previsto dall’art. 13 del D.Lgs. 204/2015. È stata inoltrata la prevista comunicazione all’Assessorato Regionale delle Attività produttive della Regione Sicilia che dovrà riscuotere la sanzione e ad emettere l’eventuale ordinanza di confisca. Sono stati, anche, informati il Ministero dello Sviluppo Economico ed il Ministero della Salute – Prevenzione Sanitaria.

Nel 2019, le Fiamme Gialle di Cefalù hanno eseguito numerosi controlli presso diverse attività commerciali nelle basse Madonie. Nel solo settore della sicurezza prodotti e del “made in Italy”, hanno sequestrato oltre 2.500 articoli tra giocattoli, profumi, cosmetici, prodotti e accessori vari per la persona pericolosi per la salute pubblica.