Presenze fantasma all’Università Assoluzione per madre e figlia


PALERMO – Assoluzione nel merito per le ipotesi di truffa e abuso d’ufficio, mentre viene dichiarato prescritto il reato di falso. Si conclude così il processo d’appello su una vicenda che riguardava l’Università di Palermo.

Il fatto non sussiste per Elisabetta Lugaro (condannata in primo grado a 2 anni e sei mesi) e Ilenia Messina (aveva avuto due anni in primo grado). Sono madre e figlia. La prescrizione è scattata per l’altro figlio, Manlio Messina, pure lui condannato a due anni in primo grado.

Nel 2013 Lugaro era responsabile del Centro servizi della facoltà di Economia. È qui che la figlia Ilenia fu assunta alla reception dall’impresa che si era aggiudicata la gara. Secondo l’accusa, che non …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Presenze fantasma all’Università Assoluzione per madre e figlia


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer