Precipita da un costone roccioso alpinista trovato morto sull’Etna

    14

    Un alpinista di vent’anni è morto dopo essere precipitato da una parete di roccia lavica mentre stava effettuando una scalata nella Valle del Leone, a quota 2.700 metri, sul versante nord dell’Etna. Il giovane è caduto verosimilmente perché si è rotto uno dei suoi ramponi. E’ stato trovato ìn una zona ìmpervia del vulcano da militari del soccorso alpino della Guardia di finanza di Nicolosi.
    A lanciare l’allarme alla sala operativa del 117 delle Fiamme gialle sono stati tre compagni di escursione dell’alpinista che erano ìmpegnati con lui nella scalata. I quattro avevano già compiuto altre scalate dell’Etna. Sull’incidente la Procura della Repubblica di Catania ha aperto un’inchiesta.

    Precipita da un costone roccioso alpinista trovato morto sull’Etna




  • CONDIVIDI