Pizzo e droga, diventano definitive le condanne di 5 esponenti del clan di Bagheria

72
Pizzo e droga, diventano definitive le condanne di 5 esponenti del clan di Bagheria
Pizzo e droga, diventano definitive le condanne di 5 esponenti del clan di Bagheria

Pizzo e droga, diventano definitive le condanne di 5 esponenti del clan di Bagheria

Pizzo e droga: diventano definitive le condanne per cinque esponenti del clan di Bagheria. La V sezione della corte di cassazione ha, infatti, dichiarato inammissibile il ricorso di Settimo Montesanto e Pietro Granà; rigettati anche i ricorsi di Giuseppe Giacinto Tutino, Carmelo Barone e Michelangelo Maurizio Lesto. Il 24 ottobre 2018 la Corte di appello aveva condannato Carmelo Bartolone a 13 anni, Pietro Granà a 10, Michelangelo Lesto a sette, Giacinto Tutino a cinque anni, Settimo Montesanto a tre anni e quattro mesi (senza l’aggravante mafiosa).

Secondo l’accusa con il pizzo e il traffico di droga avrebbero finanziato campagne elettorali, imprese edili, supermercati e locali notturni. Gli imputati erano stati arrestati nel blitz “Argo” del 2013 che azzerò i clan del mandamento di Bagheria: 21 i provvedimenti cautelari per i reati di associazione mafiosa, estorsione, rapine, detenzione illecita di armi da fuoco, scambio elettorale politico mafioso e traffico internazionale di stupefacenti.


fonte