Pelagotti, la sicurezza dei numeri uno: “Il Palermo in D non si può vedere”

C’è sempre una prima volta. Quella in Serie D, per Pelagotti, lo è sicuramente. L’esperto portiere toscano, però, non si è posto il problema della categoria: “Ho scelto il Palermo perché in D non ci può vedere e spero di dare il mio contributo”. Una sicurezza tra i pali per dare il via alla rinascita, alla scalata verso il professionismo. Un progetto che ha colpito sin da subito l’estremo difensore, cresciuto calcisticamente a Empoli e quasi sempre attivo in Toscana. Ha lasciato la sua regione d’origine solo per andare al Brescia e lì ha conosciuto Castagnini e Sagramola: “L’incontro col Palermo è nato con i direttori – ammette il portiere – e mi hanno chiesto se avessi gli stimoli per ripartire da una serie che non avevo mai fatto, ma che poteva darmi soddisfazioni. La piazza è importante, ripartire da Palermo è più che soddisfacente. È un punto di partenza, spero di avere un …
 

Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Pelagotti, la sicurezza dei numeri uno: “Il Palermo in D non si può vedere”


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer