Peculato, sequestro di beni per 4 milioni a ex vertici di Tirrenoambiente a Messina

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno eseguito un sequestro di beni del valore di oltre 4 milioni di euro nei confronti degli ex vertici della TIRRENOAMBIENTE S.p.a. : il presidente del Consiglio di amministrazione, l’amministratore delegato e un ex membro del Consiglio di amministrazione.

Il provvedimento, che nasce da un’ indagine della Procura di Messina coordinata dal procuratore Maurizio de Lucia, è stato emesso dal G.I.P. Simona Finocchiaro e ruota attorno all’emissione e all’uso di fatture per operazioni inesistenti e a ipotesi di peculato.

Leggi anche altri articoli su Messina o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer