Peculato, Annunziata indagato Annullato sequestro dei beni


CATANIA – Il Tribunale del riesame di Catania, accogliendo la richiesta degli avvocati Attilio Floresta e Angelo Pennisi, ha annullato il sequestro di beni per 27mila euro emesso dal Gip verso del presidente dell’Autorità Portuale di Catania, Andrea Annunziata, indagato per peculato. Secondo i giudici della quinta sezione penale, presieduta da Giuliana Sammartino, il dissequestro va disposto perché “non residua il ‘fumus boni iuris'” del reato “così come contestato all’Annunziata”, che resta sospeso per altri otto mesi. Contro questa parte del provvedimento del Gip è pendente un appello.

Dalle rilevazioni della Guardia Costiera, coordinate dalla Procura distrettuale, sarebbe emerso che l’indagato avrebbe “ripetutamente utilizzato a fini personali i fondi” dell’Ente tramite “falsi mandati di pagamento” per “rimborso spese e trasferte” per complessivi 27mila euro, …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Peculato, Annunziata indagato Annullato sequestro dei beni


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer