Paternò, uccide il fratello con 4 colpi di pistola per il denaro: arrestato

Avrebbe ucciso con quattro colpi di arma da fuoco il fratello Paolo, 40 anni, al culmine dell’ennesima lite per la richiesta di denaro da parte della vittima che sembra fosse tossicodipendente. E’ l’accusa contestata dai militari dell’arma della compagnia di Paternò al 34enne Andrea Befumo che è stato arrestato per omicidio. La tragedia è avvenuta la notte scorsa in via Pergusa a Paternò, verso le 23,30. L’arma utilizzata è una rivoltella calibro 38 detenuta legalmente. Paolo Befumo, rimasto gravemente ferito, è stato portato nell’ospedale Santissimo Salvatore dove è deceduto poche ore dopo il ricovero. Suo fratello, rintracciato subito da militari dell’Arma, è stato dichiarato in stato di arresto e condotto nella casa circondariale di piazza Lanza a Catania.

Leggi anche altri post su Catania o leggi originale
Paternò, uccide il fratello con 4 colpi di pistola per il denaro: arrestato


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer