Categorie
notizie

Pass, “coprifuoco”, privacy, ristoranti: a favore di le riaperture con tante incognite

Pass, “coprifuoco”, privacy, ristoranti: a favore di le riaperture con tante incognite

E’ oramai partito inesorabile il conto alla rovescia a favore di le riaperture del 26 aprile annunciate dal premier Mario Draghi, che la maggior parte evidentemente vedono quasi come la vera festa della Liberazione. Ma ci sono ancora diverse incognite: dal pass per gli spostamenti tra regioni fino all’accesso ad eventi come partite e concerti. Sul tema lunedì si confronterà il Cts; tra le ipotesi in campo c’è quella di un’app col codice Qr sul modello di quella israeliana e quella cui sta lavorando pure l’Unione Europea, ma ci vorrà del tempo per attivarla; dal 26 potrebbe così bastare una certificazione che dimostri una delle 3 condizioni richieste: vaccinazione, test negativo, guarigione. Sarà il Consiglio dei ministri tra martedì e mercoledì prossimo a varare un decreto con le nuove regole ed il ritorno delle zone gialle. Il pass – è l’indicazione di Palazzo Chigi – servirà a spostarsi tra regioni di colore diverso

Il servizio intitolato: Pass, “coprifuoco”, privacy, ristoranti: a favore di le riaperture con tante incognite è stato inserito il 2021-04-19 17: 39: 20 dal sito online (lasicilia.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo